Decreto liquidità COVID19

Decreto liquidità COVID19

Bandi contributi governativi

Garanzie statali per finanziamenti bancari alle imprese, artigiani, autonomi e professionisti

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, è diventata operativa la garanzia statale sui finanziamenti bancari come misura a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

Per sostenere la ripartenza del sistema produttivo italiano, rallentato dall’emergenza sanitaria causata dal covid-19, il Fondo di Garanzia per le Pmi è stato trasformato in uno strumento capace di garantire fino a 100 miliardi di euro di liquidità e ne è stata potenziata la dotazione finanziaria, estendendone inoltre l’utilizzo anche alle imprese fino a 499 dipendenti.

E’ stata prevista una considerevole velocizzazione delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direzioni principali:

garanzia al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi/fatturato fino a un massimo di 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. Ossia le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia e senza burocrazia;

garanzia al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non supefont-size: 10pt;riore al 25% dei ricavi/fatturato fino a un massimo di 800.000 euro, con iter burocratico semplificato;

garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro, con iter burocratico semplificato.

Per le imprese di dimensioni maggiori è prevista anche la possibilità di ottenere garanzie statali sui prestiti bancari con l’utilizzo di Sace.

 

Fondo di Garanzia per le imprese, artigiani, autonomi e professionisti
Regole valevoli fino al 31 dicembre 2020

– Garanzia gratuita

– Importo massimo garantito per singola impresa elevato a 5 milioni di euro

– Allargamento della garanzia su singole operazioni alle grandi imprese con numero di dipendenti non superiore a 499

– Elevazione delle percentuali di copertura della garanzia come da tabella sotto riportata

– Possibilità di ammissione alla garanzia del Fondo (con l’80% coperto da garanzia diretta e il 90% in riassicurazione) per operazioni di rinegoziazione di finanziamenti in essere con la condizione che sia prevista anche una erogazione di credito aggiuntivo al soggetto beneficiario pari ad almeno il 10% dell’importo del debito rinegoziato

– Ampliamento automatico della garanzia per finanziamenti sospesi a causa del virus COVID-19

– Garanzia accordata senza valutazione del soggetto richiedente

– Possibilità di ottenere la garanzia anche da parte di soggetti segnalati in centrale rischi come “inadempienze probabili” nonché con presenza di operazioni “scadute” o “sconfinanti deteriorate” dopo il 31 gennaio 2020

– Garanzia concedibile anche alle imprese che, dopo la data del 31 dicembre 2019, sono state ammesse alla procedura del concordato con continuità aziendale, stipulando di conseguenza accordi di ristrutturazione dei debiti o piani di risanamento

– Commissioni azzerate nei casi di mancato perfezionamento dei finanziamenti richiesti

– Opportunità di cumulo della garanzia del Fondo con altre garanzie per le iniziative di investimento immobiliare nei settori turistico – alberghiero e delle attività immobiliari, con durata non inferiore a 10 anni e di importo non inferiore a euro 500.000,00

– Erogazione bancaria anticipata del credito rispetto alla concessione della garanzia del Fondo

– Rafforzamento garanzie su portafogli di finanziamenti con innalzamento a 500mln di euro per incrementare la parte di erogazione crediti per le piccole imprese a maggior rischio, con l’aumento del totale massimo dei portafogli di finanziamenti, l’accesso alla garanzia senza valutazione del merito di credito da parte dell’Amministratore del Fondo, l’elevazione delle percentuali di copertura sui singoli prestiti inclusi nei portafogli e sulla somma complessiva del portafoglio stesso.

 

Limite ricavi del beneficiario Durata Finanziamento Periodo preammortamento Importo massimo finanziamento Importo Garanzia diretta Importo garanzia in riassicurazione Valutazione del beneficiario
Nessun limite Fino a 72 mesi 24 mesi 25% dei ricavi fino ad un Max € 25.000 100% 100% Nessuna valutazione
€ 3.200.000     25% dei ricavi fino ad un Max € 800.000 100% di cui: 90% garanzia statale + 10% garanzia confidi o di altro fondo   Nessuna valutazione
Nessun limite Fino a 72 mesi  

Uno tra i seguenti importi:
– doppio spesa salariale 2019
– 25% ultimo fatturato
– fabbisogno per capitale esercizio e investimento a 18 mesi

90% 100% Nessuna valutazione